giovedì 31 dicembre 2015

Buon anno nuovo!

Che il 2016 sia un anno portatore di pace e serenità! Buon anno a tutti,  soprattutto a chi segue il mio blog!

lunedì 28 dicembre 2015

Winter is...

Pomeriggi d'inverno,  quale miglior compagnia di un cappuccino e un buon ebook? In questo caso sto leggendo Natale da Chanel di Daniela Farnese...
Il dolcetto che vedete nella foto è tipico della Sardegna e delle feste più importanti, si chiama "papassino" ed è ricco di frutta secca. 

domenica 27 dicembre 2015

Albero di Natale o Presepe? O entrambi?

In questi giorni festivi ho avuto modo di visitare vari luoghi, chiese, o case di amici, ho notato che a parte le chiese in cui è d'obbligo il presepe negli altri posti mi è capitato di vedere o solo il classico albero di natale o il presepe, in qualche raro caso ho notato che erano presenti entrambi, tra questi l'abbinata più bella è al Vaticano! 
Sarebbe piaciuto fare entrambi anche a me ma per carenza di spazio ho scelto l'abete ecologico e un mini presepe! 

domenica 13 dicembre 2015

Apertura della Porta Santa nella Cattedrale di Alghero - Sardegna - Italia

Emozionante! È questa la sensazione che si prova a varcare la soglia della Chiesa di Santa Maria ad Alghero in occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia indetto da Papa Francesco!
La giornata ha inizio nella Chiesa di San Michele, Santo patrono della città, poi si prosegue in processione, nelle vie del centro storico, verso la Cattedrale per assistere all'apertura della Porta Santa da parte del nostro Vescovo Mauro Maria Morfino, segue l'omelia... Ad assistere all'evento c'è stata una moltitudine di persone.

sabato 12 dicembre 2015

Proposte di lettura...

Qui troverete solo un assaggio delle mie letture preferite...
Potrebbero essere un suggerimento per un regalo di natale ad un'amica o un amico amante dei libri!
Che ne dite?

venerdì 11 dicembre 2015

Quesito del giorno: a Natale è meglio il Pandoro o il Panettone? Quest'ultimo lo preferite tradizionale coi canditi o senza canditi con solo uvetta o addirittura farcito con creme?

Il primo ad essere stato creato tra i due è il Panettone, le sue origini sono quasi leggenda, fondamentalmente ha origini Milanesi, si crede che risalga all'epoca di Ludovico il Moro (Milano, 1452-1508). Il cuoco di corte, Toni, a Natale doveva preparare un magnifico pranzo cui erano stati invitati molti nobili della zona, il dolce però venne dimenticato nel forno e finì bruciato! Al ché un garzone offrì al cuoco il dolce che aveva preparato con ciò che era riuscito a trovare nella dispensa, era un bel dolce preparato con farina,  uova,  scorza di cedro e delle uvette, a fine pasto tutti vollero sapere il nome di quella prelibatezza da allora "IL PAN DEL TONI" è il nostro Panettone!
L'antagonista del Panettone è il Pandoro che è più soffice e burroso...
Il Pandoro ha origini veronesi,  la sua nascita risalirebbe al 1800 dal più antico Nadalin che era meno burroso e più compatto della sua evoluzione che prese il nome "Pan de Oro" dal tipico colore dorato della sua pasta dovuto alla presenza delle uova. In quell'epoca veniva servito a Natale sulle tavole dei ricchi veneziani.
Fu nel 1894 che Domenico Melegatti ne brevettò la tipica forma a stella a otto punte!
Il mio, anzi i miei preferiti sono: il Pandoro semplice per colazione e il Panettone farcito con crema al cioccolato dopo cena! 

lunedì 7 dicembre 2015

8 Dicembre Festa dell'Immacolata Concezione

Buona Festa a Tutti! E che la Santa Vergine Madre ci mandi Pace, Amore e Gioia in Abbondanza!
L'8 dicembre si celebra l’Immacolata concezione di Maria nel grembo della madre mentre l’8 di settembre si celebra la nascita della Madonna. 
Segna ufficialmente l'inizio delle feste natalizie. 
"Immacolata concezione" significa che Maria nacque naturalmente dal grembo della madre come tutti gli esseri umani, ma ella era stata preservata dal peccato originale, nel 1854 questo divenne  un dogma della Chiesa per volere di Papa Pio IX. Nel corso della storia la Chiesa cattolica riconobbe poi due apparizioni legate a tale dogma. La prima risale al 1830 quando una novizia del monastero parigino Rue di Bac fece fare una medaglia con su scritte le parole che lei stessa aveva udito dalla Madonna. La seconda risale al 1858 quando la famosissima Bernadette riferì di aver visto la Santa Vergine che le avrebbe anche rivelato si essere l’Immacolata Concezione. In seguito a tali accadimenti la cittadina di Lourdes divenne e lo è tutt'ora uno dei luoghi di pellegrinaggio più importanti al mondo.

venerdì 4 dicembre 2015

Recensione: La principessa di ghiaccio di Camilla Läckberg - Edito da Marsilio

Questo di cui scrivo è il primo libro della Läckberg e come in ogni buon "giallo" il colpevole si scopre praticamente alla fine del libro. E' stata una lettura scorrevole, gradevolissime le descrizioni dei luoghi e delle sensazioni che questi scatenano nell'animo dei personaggi.
In questo primo libro ci vengono "presentati" quasi tutti i personaggi che ritroveremo nelle seguenti storie che leggeremo nei successivi libri.
Com'è sua consuetudine, anche in questo libro, la scrittrice inserisce nella storia principale altri avvenimenti che faranno un po' da filo conduttore in tutte le storie dei seguenti libri, in particolare la storia matrimoniale della sorella Anna, un'altra sua caratteristica è anche quella di lasciare alcune storie invece, per così dire, un po' in sospeso, in questo caso resta senza fine la storia tra Dan e Pernilla.
Un pelino deludente l'ultimissimo capitolo, dedicato ad un personaggio alquanto marginale, precisamente quello dello pseudo-factotum della casa di Alex a Fjallbacka, personalmente l'avrei omesso.
Ho trovato, invece, interessante il capitolo in cui finalmente viene svelato il "mistero" che si era creato dopo la scomparsa del figlio dei Lorenz, la famiglia più ricca di Fjallbacka.
Vediamo brevemente la storia, tutto ruota intorno alla vita di Erica Falck, la scrittrice/biografa protagonista di tutte le storie della Läckberg, che scopre il cadavere della sua amica Alex immersa nella vasca colma di acqua ghiacciata e con i polsi tagliati, il tutto fa pensare immediatamente ad un suicidio su cui indagherà la polizia di Tanumshede. Erica ed Alex non si frequentavano più dagli anni della sesta elementare, ma i genitori di Alex che la ricordano come l'unica vera amica della loro figlia le chiedono di scrivere un libro sulla vera Alex, considerata da tutti una ragazza irraggiungibile e dotata di una bellezza "glaciale".
Per recuperare qualche informazione sugli anni in cui sono state lontane Erica dovrà "sentire" un po' di persone che hanno avuto modo di starle accanto, ovviamente i genitori, il marito, la sorellina, la socia con cui gestiva una Galleria d'arte, e altre vecchie conoscenze di entrambe ma la persona che le desta più curiosità è la ricca signora Lorenz che si presenta senza alcun motivo apparente al funerale della bella Alex.
In tutta questa brutta faccenda c'è un lato positivo, Erica rivede dopo tanti anni il suo vecchio amico Patrick, poliziotto della stazione che si occupa delle indagini sul caso, che le dichiarerà il suo amore!



giovedì 3 dicembre 2015

Bianco Natal 2015...

Oggi scrivo di addobbi natalizi, quest'anno sarà proprio un cosiddetto "BIANCO NATALE" in ogni senso... Ci sarà la neve nelle città di montagna e se farete un giro per negozi noterete che si vedono ovunque alberi di Natale bianchi o fintamente innevati, così sono pure gli addobbi: sfere,  cuori,  angeli, renne,  gufetti, e altre varie forme ma tutte "BIANCHE" o al più rosse ma rivestite di pizzi bianchi o cristalli o candide piume...
Sarà quindi un Albero di Natale Shabby chic style! 
Questo non vuol dire che chi ha un albero di Natale verde lo debba buttare! 
Io son a favore del riciclo e amo il mio classico abete verde "ecologico", bello ma finto che non danneggia la natura,  non perde foglie e passate le feste natalizie si richiudono i rami riducendo così l'ingombro nel box e per l'anno successivo è pronto all'uso in un battibaleno! 
I miei colori preferiti per gli addobbi sono il rosso e l'oro, ogni anno aggiungo nuove decorazioni, quest'anno prevedo di acquistare delle decorazioni in cristallo a forma di scarpetta tipo décolletée per dare un tocco di femminilità che non guasta!


martedì 1 dicembre 2015

Giornata Mondiale contro l'AIDS

Condividete!

Per non dimenticare e non abbassare la guardia!
Analisi gratuite...
Entrate nel sito della LILA


domenica 29 novembre 2015

Eventi Sardegna - Fonni

Eccoci... Ancora una settimana di attesa e poi si va a Fonni,  bellissimo e accogliente paese dell'entroterra sardo,  siamo pronti a respirare l'aria tipica natalizia, degustando buon cibo e buon vino! 
È anche un noto paese turistico in cui sfoggiare le migliori doti da sciatori...

Buona Domenica!

lunedì 23 novembre 2015

Recensione di Una piccola libreria a Parigi di Nina George - edito da Sperling e Kupfer

Tempo fa sono entrata in libreria e sono stata attratta dal nome della città dell'Amore per antonomasia "Parigi", il titolo è stato fondamentale per la scelta e idem l'immagine della copertina... Una ragazza di spalle che percorre un viale alberato mi ha fatto pensare ad una ragazza che sta andando in contro ad un mondo ed un futuro migliore! L'ho interpretato come un segno del destino, personalmente ho da poco intrapreso un percorso di cambiamento verso un miglioramento della qualità della mia vita, non che questa non mi piaccia ma sento di poter fare ancora molto ed altre cose per lasciare un segno del mio passaggio su questa terra!
La copertina però trae in inganno... La storia in effetti non riguarda la ragazza sulla copertina ma narra le vicissitudini di Jean Perdu, proprietario di una libreria galleggiante che lui chiama La Farmacia Letteraria, crede (come me) che in ogni libro si possa trovare il rimedio per ogni problema psicologico che ci ostacola nella vita.
Il destino gli porterà una nuova vicina di casa Catherine,la prima donna che gli farà battere il cuore dopo ventuno anni dalla fine della sua più importante storia d'amore con Manon (giovane e bella provenzale che incontra per caso in treno), Manon di punto in bianco sparisce dalla sua vita inviandogli solo una lettera, più tardi, in cui spiega il suo gesto ma Jean è troppo ferito e decide di non aprirla finché non viene spinto da Catherine ad affrontare una volta per tutte il passato.
Dopo aver letto le motivazioni di Manon decide di riprendere a vivere! "Molla le cime" , lascia il porto sicuro per andare in contro alla "felicità" e per ritrovare se stesso, l'uomo che ha come ibernato il suo cuore per evitare di innamorarsi di nuovo e per non dover più soffrire ora vuole recuperare il tempo perso!
La scrittrice ha un modo di scrivere e descrivere fatti,  luoghi e personaggi che mi piace,  è  semplice e rende la lettura scorrevole,  fa venir voglia di visitare Parigi e la Provenza. Tutti i personaggi hanno un ché di interessante in cui è facile immedesimarsi.
Infine trovo sia un breve libro che regala belle sensazioni, sprona alla lettura e soprattutto alla ricerca della felicità a prescindere dall'età!


domenica 22 novembre 2015

sabato 21 novembre 2015

Buongiorno!



http://www.grafiksmania.com/glitter/buongiorno/slides/sdd100jpg.html#.VlBGe58uLqA

giovedì 19 novembre 2015

Borsette - Bags Fall/Winter 2015/2016

Stavolta tratto un tema che a noi donne sta molto a cuore LE BORSE!
Quando andremo ad acquistarle, l'aggettivo che dobbiamo tener a mente è "GRANDE", il secondo ma non meno importante è COLORATA!
Come per le scarpe ed i cappelli anche le borse possono contribuire a farci avere un look impeccabile, la borsa è un accessorio ma in realtà è anche molto utile, una cosa di cui non possiamo fare a meno...
I must have di quest'inverno sono le "tote bags" : che si tratti di zaini,  tracolle,  borse à porter, shopping bags o bauletti, tutte devono essere capienti!
All'interno dovremmo poterci mettere tutto ciò di cui avremo bisogno nelle ore che trascorreremo fuori casa,  per shopping,  o per lavoro e/o svago.  Con la nuova it bag avremo sempre con noi l'occorrente per un veloce ritocco del trucco, per una rapida sistematina ai capelli, un cambio dell'abbigliamento in caso di aperitivo dopo l'ufficio o per una bottiglietta d'acqua e un leggero snack per pranzo e così via...
Per le occasioni speciali le borse ever green sono le pochette o clutch poi vediamo le ultime nate, ovvero le new entry tra gli accessori delle più fashioniste si chiamano "crossbody bags" e sono una sorta di ibrido tra la tracolla e il marsupio!
C'è una vasta gamma di materiali tra cui scegliere, ad esempio: pelle lucida o vellutata, effetto cocco, coccodrillo, pellice, vernice e tessuti vari in fantasie patchwork, animalier, geometriche, con borchie e/o catene.



martedì 17 novembre 2015

Recensione: L'uccello del malaugurio di Camilla Läckberg - edito da Marsilio

Il libro in questione è attualmente l'unico della scrittrice svedese ad essermi piaciuto poco o niente... Non vedevo l'ora che finisse! 
Camilla stavolta ha messo troppa carne al fuoco, troppe storie che si sviluppano parallelamente e nessuna è riuscita a coinvolgermi come invece accadeva nei precedenti libri...
La storia o meglio, le storie si svolgono principalmente a Fjällbacka nel periodo di fine inverno in cui per attirare un po' di movimento turistico si approva lo svolgimento di un reality show tipo Grande Fratello ma forse peggio! 
Una mattina viene rinvenuto il corpo di una donna all'interno dell'abitacolo di un'auto incidentata forse a causa di un abuso di alcolici. Poi viene ritrovato il corpo senza vita di una delle ragazze del cast del programma. 
Nel frattempo lo spettacolo va avanti e i concorrenti vengono supportati da uno psicologo che è il marito della nuova poliziotta della stazione di polizia di Tanumshede che è quindi la nuova collega di Patrick (per chi non lo sapesse è il filo conduttore di tutti i libri della Läckberg assieme ad Erika).
In questo racconto Erika ha un ruolo un po' marginale, alla perenne ricerca della linea perduta con la gravidanza e alla ricerca soprattutto dell'abito da sposa con cui si presenterà sull'altare per sposare il suo compagno Patrick! Erika si occupa pure della sorella Anna che si è trasferita da lei con i bimbi dopo l'omicidio del marito per riprendersi dallo shock.
Il caso dell'incidente ovviamente nasconde molti segreti e omicidi del passato ancora irrisolti ed avvenuti in varie città della Svezia, unico collegamento tra tutti sono alcune pagine della storia di Hansel e Gretel trovate accanto ai corpi... La soluzione dei casi accade un po' per caso ed in parte per una dose di intuizione di Patrick e colleghi dopo il ritrovamento di un vecchio diario e alcuni ritagli di giornali. 
La lettura di questo libro è stata lenta e non scorrevole come gli altri precedenti, si salta in continuazione da una storia all'altra, ma anche se questo è stata una piccola delusione io non demordo, leggerò anche le seguenti storie che Camilla vorrà raccontarci!




Buongiorno

Fashion cappelli, accessori indispensabili per l'inverno 2015/2016

Ecco a voi un post che non potevo non pubblicare, riguarda i copricapi che vanno di gran moda ultimamente...
Alcuni di questi cappelli in realtà non sono mai passati di moda si sono solo trasformati un pochino, cambiando semplicemente tessuto, come ad esempio il borsalino, chi non lo conosce? Mentre il classico in feltro è sempre "in" la novità di questa stagione è il modello in pelliccia!
Nelle vetrine potrete trovare cappelli di ogni colore così da riuscire a rallegrare e riscaldare questa fredda e cupa stagione. Si va dal verde oliva, al petrolio, al senape, al giallo, al bordeaux, al rosso e così via per dare libero sfogo alla vostra fantasia!
Personalmente trovo che il cappello sia un accessorio "chic" oltre che utile, riesce a dare un tocco in più a qualsiasi "mise".
Si possono trovare modelli di vario genere: berrettini in tessuti morbidi o rigidi,  in colori vivaci e/o tempestati di strass o perline, cuffie in lana con grossi pompon o cuffie in pelliccia con copriorecchie e poi il meraviglioso modello colbacco che trovo di un'eleganza unica!
Chi predilige i cappelli tradizionali può scegliere tra il modello borsalino, basco, cappello a tesa larga o cloche (che è il mio preferito) anche questi da scegliere di un bel colore acceso e con quel tocco femminile che sono le applicazioni quali fiocchi o fiori laterali in tessuto di raso o in feltro ma in colore ton sur ton per non esagerare.

Foto di Audrey Hepburn
tratta da www.pantani.it

venerdì 13 novembre 2015

Recensione: La felicità delle piccole cose di Caroline Vermalle - edito da Feltrinelli

Ho terminato di leggere La felicità delle piccole cose da due giorni e che dire... Mi è piaciuto! È il terzo libro che leggo la cui storia è ambientata in Francia! Gli altri due erano della scrittrice tedesca Nina George e tutti avevano a che fare con Parigi! Ora non riesco ad iniziare una nuova lettura, voglio continuare a sognare come continuano le vite dei protagonisti... Mi sono affezionata a tutti loro!
Il libro è scritto in modo semplice e scorrevole,  la scrittrice descrive bene i luoghi anche nei particolari ma non è affatto noiosa anzi!
Il protagonista principale è Frédéric, un giovane, bello e ricco avvocato, amante dell'arte ma più specificamente della pittura, degli impressionisti e soprattutto di Monet.
L'amore per l'arte gli è stato trasmesso dal padre che era un creatore di calendari, si occupava principalmente delle immagini... Padre che ad un certo punto sparisce dalla vita del piccolo Frédéric proprio pochi giorni prima del Natale, al piccolo il nonno dirà che deve dimenticarlo perché è stato arrestato ed incarcerato per aver commesso un grave reato... Frédéric è incapace di fare altre domande e cresce con quella convinzione...
Ormai adulto dopo anni di brillante carriera riceve una eredità piuttosto particolare,  la situazione lavorativa inizia a prendere una brutta piega, gli amici del jet-set lo tagliano fuori dalla loro cerchia e il mondo sembra crollargli addosso. 
Decide di accettare l'eredità ma per sapere di cosa si tratta deve stare alle regole di un gioco creato apposta per lui da un tizio sconosciuto, ecco che il passato si fa largo prepotentemente e lui si renderà conto di ciò che ha perso e di ciò che ha veramente importanza nella vita... 




Claude Monet (1840-1926)La Gazza1868 - 1869Olio su telaCm 89 x 130Parigi, museo d'Orsay© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski

lunedì 9 novembre 2015

Words' Life for rent

Ho appena utilizzato Shazam per scoprire Life For Rent di Dido. http://shz.am/t20124745

Life for rent - Dido

Ho appena utilizzato Shazam per scoprire Life For Rent di Dido. http://shz.am/t20124745

World, hold on!

Ho appena utilizzato Shazam per scoprire World, Hold On di Bob Sinclar Feat. Steve Edwards. http://shz.am/t44172210

domenica 8 novembre 2015

Pantaloni... Moda autunno/inverno 2015/2016

Amo i pantaloni! Sono comodi, caldi e questa stagione autunnale finalmente vanno di moda quelli a vita alta come piacciono a me! Ce n'è per tutti i gusti e per ogni occasione! Dal modello militare con tante tasche per le più sportive a quelli per le più classiche e/o eleganti, per esempio si va da meravigliosi pantaloni a palazzo a quelli skinny da quelli a zampa a quelli dritti tipo sigaretta! C'è solo l'imbarazzo della scelta! Tessuti e colori dei nuovi pantaloni sono i più disparati! Tinta unita o fantasie geometriche, optical, floreali e chi più ne ha più ne metta! Buono shopping a tutte!

Aiutiamo la ricerca a combattere il cancro!

Chi risiede in Italia può inviare un 
SMS al 45509
e fare una piccola donazione, per chi non è possibile inviare un messaggio può collegarsi al sito airc.it e fare una donazione ugualmente...


Io l'ho fatto! 😊


Poesia sull'amicizia

La gioia dell'amicizia
Giovanni Crisostomo

Un amico fedele
è un balsamo nella vita,
è la più sicura protezione.
Potrai raccogliere tesori d'ogni genere
ma nulla vale quanto un amico sincero.
Al solo vederlo, l'amico suscita nel cuore
una gioia che si diffonde in tutto l'essere.

Con lui si vive una unione profonda
che dona all'animo gioia inesprimibile.
Il suo ricordo ridesta la nostra mente
e la libera da molte preoccupazioni.
Queste parole hanno senso
solo per chi ha un vero amico;
per chi, pur incontrandolo tutti i giorni,
non ne avrebbe mai abbastanza.


Questa poesia proviene da: La gioia dell' amicizia di Giovanni Crisostomo - Poesie Amicizia - Poesie.reportonline.it http://www.poesie.reportonline.it/poesie-amicizia/la-gioia-dell-amicizia-di-giovanni-crisostomo.html#ixzz3qr2DrS4E


http://www.poesie.reportonline.it/poesie-amicizia/la-gioia-dell-amicizia-di-giovanni-crisostomo.html